Ascesa Cresta Nord-Est Corno Piccolo

  • 05-07-2020
Descrizione escursione:

Le giornate di alpinismo ti lasciano sempre molto in mente, molto in corpo e soprattutto lasciano sempre ricordi dettati dal fatto che ogni via intrapresa può significare uno scalino in più su di una scala di esperienza su roccia. Qui non ci sono altre strade, non ci sono distinzioni, non ci sono ripensamenti, qui c’è l’alpinismo vero e proprio fatto di tecnica, forza, volontà e un po’ di pazzia. Siamo al cospetto della montagna madre per l’alpinismo nel centro Italia: il Gran Sasso, nello specifico la Cresta Nord-Est del Corno Piccolo. Oggi ci ha accolto come spesso accade con grande spirito e ugualmente noi abbiamo trovato dentro la nostra anima le giuste motivazione per affrontare al meglio questa salita. La cresta Nord-Est del Corno Piccolo non è proprio da neofiti, ma di certo è una via che gratifica dal punto di vista dell’esposizione e sicurezza. Infatti dalla cresta si può godere degli affacci su tutta la catena e soprattutto sul massiccio centrale e allo stesso tempo ti permette di procedere con sicurezza dato che la roccia del Piccolo è invidiata da tutta Italia per compattezza e tenuta. La giornata parte con l’ovovia già in piena attività fin dalle prime ore e noi non perdiamo altro tempo mettendoci rapidamente in coda. Come sempre il Gran Sasso è abbastanza affollato, ma la scorrevolezza del mezzo non ci fa perdere tanto tempo. Arrivati alla Madonnina iniziamo subito a salire per l’avvicinamento alla parete. Oggi il gruppo è ben “nutrito”, infatti saliremo formando due cordate da tre. Come sempre i primi di cordata devono sviluppare il grosso del lavoro e quindi i nostri due protagonisti sono ben consci della loro responsabilità. Per uno dei due è stato un battesimo da primo, ma come si dice in tali situazioni…c’è sempre una prima volta! Dopo circa 45 minuti di rapida salita su prato, presa dal segnavia posto sul sentiero che conduce al Rifugio Franchetti, siamo all’attacco. Qui su un comodo terrazzo con vista splendida sulla Valle delle Cornacchie, iniziamo i preparativi per la salita. La via di salita si sviluppa leggermente a destra del filo di cresta a 2330 Mt s.l.m. all’interno di un canale/camino che si restringe verso l’uscita con un grado IV+. L’inizio sembra banale, ma comunque i primi due tiri ci impegnano piu’ del dovuto, sia come difficoltà alpinistica che come tempi di salita. Qui usciamo sulla cima del primo salto verso una fessura con difficoltà di grado IV. Il secondo tiro si supera entrando in un inciso a due metri a destra del filo di cresta. Proseguiamo  per un diedro, superando un grosso roccione e poi una parete con difficoltà III, IV-. Raggiungiamo infine un’altra terrazza a Mt. 2400 S.l.m. circa. Percorriamo un altro tratto ripido, a volte proprio sul filo di cresta con un panorama splendido sulla valle sottostante, che ci porta su un primo spallone. Successivamente seguiamo un tratto orizzontale a quota 2450 Mt. S.l.m. Sempre lungo il filo di cresta, affrontiamo un altro tratto ripido, dove più in alto, pieghiamo leggermente sul versante Nord verso i Prati di Tivo fino a raggiungere l’Anticima Nord a quota 2585 Mt. Scendiamo verso destra su un intaglio che divide l’Anticima dalla Vetta. E’ quasi fatta…Saliamo l’ultima parte di cresta per ripide placche con un grado III/III+ lavorando in conserva e piegando un po’ verso destra della cresta e ancora con un traverso obliquo raggiungiamo la cima nei pressi della croce di vetta Mt. 2655 S.l.m. Infine con il raggiungimento della vetta si evoca la pace dei sensi e la soddisfazione della via completata. La discesa con una serie di doppie e successivamente rientrati su di una placca sottostante si va diretti verso il canale ovest che ci riporta direttamente sul versante sopra il sentiero che conduce al Ventricini-Danesi. Immensità e soddisfazione per una via classica, di media difficoltà, ma di grande ammirazione e stupore per godere pienamente l’alpinismo sul Corno Piccolo. 

Ascesa Cresta Nord-Est Corno Piccolo

Relazione Tecnica Cresta Nord-Est:

 

Dati tecnici

  • Sviluppo:  500 m circa
  • Difficoltà: III/IV+
  • Difficoltà obbligatoria: IV+
  • Impegno: R2/III
  • Esposizione: Nord/Est
  • Materiale necessario: normale dotazione alpinistica. Due Mezze corde da 60M e soste messe.

Dati escursione:

Traccia Gps tramite Wikiloc: Ascesa Corno Piccolo/Cresta Nord-Est

  • Lunghezza complessiva: Km 
  • Tempo di percorrenza:  6 ore
  • Quota partenza: Mt 2000
  • Quota Arrivo: Mt 2655
  • Grado escursione per avvicinamento: E
  • Dislivello Salita: Mt 655
  • Dislivello Discesa: Mt 655
  • Previsione meteo: Cielo in prevalenza buono con nubi sparse e in assenza di vento.

 

Logo PNG