Anello Monte Sibilla – Cresta Vallelunga – Porche

  • 06-10-2019

Descrizione escursione:
Le nostre montagne, ovvero quelle di “casa”, dove siamo cresciuti e abbiamo vissuto le immense avventure e dove ogni qual volta ci torniamo proviamo un nuovo, emozionante senso di appartenenza. I Sibillini! Oggi, dopo più di tre mesi, siamo finalmente tornati su queste zone. La location scelta è proprio di riferimento e da dove in passato, per non so quante volte, abbiamo sviluppato un’escursione. Il rifugio Sibilla, messo a nuovo la scorsa estate ma purtroppo ancora chiuso, ci ha fatto da base per l’itinerario odierno. Scesi dall’auto la giornata non sembra essere delle migliori, infatti una coltre fitta di nubi e nebbia ci accoglie e non ci da alcuna fiducia sul proseguo. Partiamo senza curarci delle condizioni meteo e iniziamo a risalire la dorsale fino al monte Zampa con il classico sentiero N°155. Saliamo rapidi e senza grosse difficoltà e lo stato d’animo è sempre ai massimi livelli, anche perché oramai il nostro gruppo è molto legato da una grande amicizia e fiducia. Prediamo per la cresta della Sibilla e qui come per magia con il crescere del sole svanisce anche la nebbia. Tutto cambia e d’improvviso lo scenario sibillinico ci lascia senza fiato. Da ogni parte i nostri sguardi si perdono tra creste e valli, cime e dorsali. Confermiamo, come altre volte in passato abbiamo fatto, che queste montagne sono magiche per storie, leggende e scenari unici. Rimaniamo sempre colpiti e ammiriamo con gioia la fortuna che abbiamo di fronte. Continuiamo e giungiamo alla storica catena sotto la corona. La superiamo senza grosse difficoltà ma facendo sempre attenzione. Ora la prima vetta del nostro anello è di fronte a noi. Il monte Sibilla Mt 2173 s.l.m. ci fa da apripista per le successive vette che non tardano ad arrivare. Scendiamo la sempre impervia piramide e seguiamo la linea di sentiero fino al termine della strada della “vergogna”. Ora è di nuovo il momento di riprendere quota e con rapidità arriviamo fino alla vetta di cima di Vallelunga Mt 2221s.l.m. Piccola pausa per bere e mangiare qualcosa, giusto per smorzare il continuo e rapido passo e ripartiamo. Qui continuando in cresta e percorrendola, ricordiamo l’avventura sul Porche di questo inverno e le enormi difficoltà incontrate quel giorno per salire. Bei ricordi, scenari immensi ma situazioni decisamente diverse, anche se vissute nella medesima zona di montuosa. Pochi passi ancora e tocchiamo anche la vetta del Monte Porche Mt 2233 sl.m. Ora scopriamo il versante di Frontignano e la zona di Monte Prata e notiamo che diversi escursionisti salgono proprio da lì. Iniziamo la discesa verso valle e percorriamo il sentiero N° 154 che combacia con l’itinerario del parco E17 (da Foce a Castelluccio). Qui la via è ottima e scendiamo con tranquillità fino ad arrivare nei pressi della fonte dell’Acero, posta subito sopra il fosso Zappacenere. Ora per chiudere l’anello e tornare al rifugio Sibilla, prendiamo un traverso che in pochi percorrono. Infatti qui la traccia è praticamente scomparsa ma non lascia grosse alternative su dove andare. La mappa del nostro GPS ci localizza l’uscita nei pressi del rifugio della Banditella. Noi per non perdere troppa quota, decidiamo di alzarci verso la strada, senza poi dover effettuare la risalita dal rifugio. Infatti senza indugiare ancora, saliamo fino alla strada che percorriamo per altri 3 Km prima di tornare finalmente al nostro punto di partenza. Bellissima cavalcata senza troppe soste e da vivere con armonia in un angolo importante del complesso montuoso dei Sibillini.

Anello Sibilla-Cresta Vallelunga (Earth)
Anello Sibilla – Cresta Vallelunga – Porche

Anello Sibilla-Cresta Vallelunga

Dati escursione:

Traccia Gps tramite Wikiloc: Anello Sibilla-Cresta Vallelunga-Porche

  • Lunghezza complessiva: Km 18.6
  • Tempo di percorrenza: 6/7 ore
  • Quota partenza: Mt 1540
  • Quota Arrivo: Mt 2173/2221/2233
  • Grado escursione: E
  • Dislivello Salita: Mt 1420
  • Dislivello Discesa: Mt 1380
  • Previsione meteo: Cielo coperto in mattinata con leggera nebbia ma in netto miglioramento fino alla completa stabilità in tarda mattinata.

Foto

 

Logo PNG