Dal Sacro Cuore per anello La Cipollara-Anticima Nord Laghetta-Monte Gorzano

  • 11-11-2018

Descrizione escursione:

La montagna come stile di vita, dove accogliere immensamente le proprie passioni e rigenerare lo spirito. Anche quest’oggi i Monti della Laga ci hanno accolto nel loro fantastico mondo in clima autunnale, dove solo poche ed innocue lingue di neve, mutavano il contesto dei vari colori di stagione. Come sempre di buon mattino abbiamo intrapreso il nostro viaggio, quest’oggi dal piazzale antistante il Sacro Cuore 1381 Mt s.l.m. sopra l’ormai deserto abitato di Capricchia. La giornata si presenta subito bene ed il primo sole inizia a scaldare i nostri iniziali e lenti passi. Il sentiero è ben definito e subito ci addentriamo nel bosco scavalcando il primo bivio. Qui senza indecisioni prendiamo il sentiero N° 365 che conduce al Monte Gorzano. Dopo circa un’ora siamo fuori dal bosco e con rapidi sali e scendi arriviamo allo stazzo del Gorzano. Con il sole in faccia che inizia a scaldare in maniera più decisa, prendiamo il traverso che ci condurrà al bivio per l’alto fosso dell’Ortanza. Mezz’ora circa e siamo al bivio. Qui ora il mondo selvaggio della Laga si mostra nel suo aspetto migliore. Infatti la traccia da seguire è praticamente inesistente e solo con l’ausilio del GPS riusciamo a trovare la giusta via senza perdere del tempo nell’orientarsi. Qui il terreno è più consistente, dato che la parte alta del fosso dell’Ortanza è completamente in ombra e ciò è manifestato anche da alcuni tratti di ghiaccio superficiale. Ci siamo…il primo duemila di giornata è nostro. La Cipollara con i suoi 2125 Mt s.l.m. è un’altra vetta dei Monti della Laga poco frequentata ma decisamente affascinante. Qui la via è obbligata e con una decisa salita e con un’ora scarsa arriviamo all’altra vetta. L’Anticima Nord della Laghetta 2372 Mt s.l.m. è conquistata. Ora ci fermiamo ad osservare lo spettacolo che abbiamo dinanzi. Praticamente lo sguardo si perde da nord a sud e anche da est a ovest. Il gran Sasso, la Laga orientale e il Lago di Campotosto, sono visibili appieno e le nostre foto sono di rito e allo stesso tempo memorabili. Pochi istanti e siamo diretti in vetta, quella più importante ed imponente di tutto il comprensorio. Il monte Gorzano 2458 Mt s.l.m. è la cima più elevata del Lazio e di tutta la catena. Qui la gratificazione è massima e rimaniamo ancora una volta affascinati dalla montagna. Rapida sosta per il meritato pasto e iniziamo la discesa dal versante di cresta che ci condurrà a chiudere l’anello intrapreso la mattina. Per il nostro rientro decidiamo di intraprendere la discesa dalla via direttissima di salita. Qui la nostra scelta è molto avventurosa, ma con massima prudenza e dovuto rispetto siamo alla macchina con mezz’ora di anticipo. Appagati e soddisfatti ci concediamo pochi istanti per osservare la Laga ed i suoi magnifici scenari.

Anello La Cipollara-Gorzano (Earth)

Anello La Cipollara-Gorzano

Dati escursione:

Traccia Gps tramite Wikiloc: Dal Sacro Cuore per anello La Cipollara-Anticima Nord Laghetta-Monte Gorzano

  • Lunghezza complessiva: Km 13.5
  • Tempo di percorrenza: 6/7 ore
  • Quota partenza: Mt 1381
  • Quota Arrivo: Mt 2125/2372/2458
  • Grado escursione: EE
  • Dislivello Salita: Mt 1267
  • Dislivello Discesa Mt 1272
  • Previsione meteo: Giornata con cielo costantemente limpido e completa assenza di vento.

Foto

 

Logo PNG