Da Madonna dell’Ambro al Monte Priora e l’Eremo di San Leonardo (2gg)

  • 14/15 -07-18

Descrizione escursione :

1 [Giorno]

Quando ci si prepara ad un trekking di questo tipo si mettono in conto varie situazioni che probabilmente si andranno ad incontrare lungo l’arco dell’intera escursione. Con la giusta esperienza possiamo dire di essere arrivati a gestire il tutto nel modo migliore, non lasciando nulla al caso. Tale escursione combinata in due parti e con due gruppi distinti sviluppata come abbiamo fatto noi è frutto di una grande sinergia tra tutti i vari componenti e il perfetto risultato è avvenuto gestendo i tempi nella maniera più opportuna. In tre abbiamo lasciato la località di Madonna dell’Ambro nel primo pomeriggio di sabato 14 e con un carico di 30 kg cadauno sulle spalle abbiamo  intrapreso il nostro viaggio per il sentiero N° 225 prima e N° 224 poi. Continuando a salire arriviamo al Pizzo di Vetice 1758 Mt s.l.m. con 1.45 ore. Da qui seguita la dorsale verso nord con un leggero falso piano siamo arrivati al casale delle Murette 1794 Mt s.l.m. (ormai un rudere dopo il sisma del 2016) in un’altra ora. Qui il nostro primo obiettivo è raggiunto e solo il punto esatto dove sistemare la tenda ci divide da montare il nostro Bivacco per la notte. La serata è calma in assenza di vento e lo spettacolo del tramonto si erge dinanzi a noi. Il sole scende lentamente dietro il versante nord di pizzo tre Vescovi e Monte Rotondo. La luce ci abbandona e giunge il momento di trovarsi tra le braccia di Morfeo.

2 [Giorno]

Per noi il giorno inizia veramente presto dato che i primi raggi di sole si intravedono negli spiragli della tenda già dall’albeggio. Alle 6.00 siamo già in piedi e dopo una sostanziosa colazione e smontato tutto il campo con maniacale cura, ci incamminiamo verso il muro della nord del Monte Priora. Questo versante è impattante e con calma e determinazione lo attacchiamo senza timore. Arriviamo in vetta con appena un’ora e 15 minuti. La vetta della Priora con i suoi 2332 Mt sl.m. è sempre una soddisfazione gestirla e con lo sguardo perso tra il panorama che abbiamo di fronte, rimaniamo in tranquillità per circa 20 minuti. Questa giornata ci ha visto per primi su questa cima sibillinica e con meraviglia e stupore negativo, notiamo che nessun’altro sta salendo. Qui realizziamo che il secondo gruppo che sta salendo dalle Pisciarelle verso l’Eremo di San Leonardo, sicuramente sarà felice di sentirci e sapere come stiamo sviluppando la nostra escursione. Naturalmente la tecnologia ci aiuta e le nostre comunicazioni tramite radio risultano ottime. Ora iniziamo la lunga discesa verso l’Eremo 1128 Mt s.l.m. che notiamo va gestita con sicurezza e tranquillità, dato che dobbiamo perdere circa 1200 Mt di dislivello. Attraverso i bastioni sotto la vetta e i prati verdi privi di segnaletica, arriviamo alla fonte che purtroppo troviamo secca. Piccola sosta per riequilibrarci un po’ sentendo con la radio in mano che gli altri sono arrivati a destinazione. Da lì con un’altra mezz’ora siamo all’eremo dove felicissimi ci sono tutti ad attenderci e a chiederci come fosse andata. Pranzo di rito tutti insieme e dopo felicemente iniziamo la discesa, con variante direzione il Lago della Sibilla che ci porterà via 30 minuti andata e ritorno e da li verso la macchina.

Traverasata 2 gg Da Madonna dell'Ambro a Eremo di San Leonardo (Earth)

 

Dati escursione:

1° Giorno

  • Lunghezza complessiva: Km 7.5
  • Tempo di percorrenza: 3.45 ore
  • Quota partenza: Mt 698
  • Quota Arrivo: Mt 1798
  • Grado escursione: E
  • Dislivello Salita: Mt 1100
  • Dislivello Discesa: Mt 0
  • Previsione meteo: Buone ad inizio escursione, ma gradualmente peggiorando con aumento della nebbia prima della cresta. Al tramonto cielo terso e nottata stellare con temperature ottimali.

2 ° Giorno

  • Lunghezza complessiva: Km 12.5
  • Tempo di percorrenza: 6/7 ore
  • Quota partenza: Mt 1798
  • Quota Arrivo: Mt 2332/1128/875
  • Grado escursione: EE
  • Dislivello Salita: Mt 685
  • Dislivello Discesa: Mt 1810
  • Previsione meteo: Buone per tutta la discesa verso l’eremo, ma gradualmente peggiorando con aumento di nuvolosità ma con temperature alte e umide.

Foto

Logo PNG