Da Colle di Montegallo per anello cresta Banditello

  • 02/04/2017

Descrizione escursione:

Dal piccolo Borgo di Colle di Montegallo il nostro cammino inizia tra lo stupore di vedere una zona colpita duramente dal sisma scorso. Infatti le località di Montegallo sono quasi sparite e molti hanno abbandonato le loro abitazioni perché lesionate. Cerchiamo di vedere il meglio rimasto e comunque troviamo sempre dei luoghi che vivono in noi e dove le montagne restano imponenti ad ospitarci per trascorrere al meglio giornate di passione. Da qui la nostra strada segue il sentiero che va verso la ormai distrutta chiesa di Santa Maria in Pantano (1180 Mt s.l.m.), luogo che un tempo abbiamo ammirato appieno, ma che ormai resta un ricordo pieno di emozioni. Saliamo con decisione verso fonte del Pastore (1517 Mt s.l.m.), prendendo il sentiero escursionistico del Parco denominato E17, che ci conduce con appena un’ora e mezza senza troppa fatica alla nostra prima tappa. Il sentiero fin qui è stato buono ma da qui in poi un manto nevoso con discreta consistenza ci fa diminuire il nostro passo e costretti a zizzagare raggiungiamo la cresta (1830 Mt s.l.m.) con un’ora. Arrivati e con qualche goccia di pioggia che inizia a farsi sentire, osserviamo sulla nostra destra la vetta del Torrone e alla sinistra quella del Banditello (1873 Mt s.l.m.). Attraversiamo il bivio con relativo omino di pietra che conduce sull’altro versante della cresta ovvero quello della valle del Lago di Pilato e Foce di Montemonaco. Il meteo peggiora e non ci aiuta di certo, quindi la decisione migliore è quella di chiudere l’anello scendendo direttamente verso il tratto del GAS che viene dal piccolo paese di Altino. Qui la strada è veramente distrutta e dapprima con difficoltà troviamo l’esile sentiero e dopo aver raggiunto il casalotto dei pastori ci accorgiamo che prima di tornare alla macchina avremo parecchio da fare per superare i disagi del terreno. Infatti le continue slavine della stagione invernale, appena terminata, hanno distrutto gran parte di bosco, trascinando a valle tronchi, detriti e rocce, ostruendo completamente la strada fino in fondo. Lunga ed impervia è la nostra discesa con continui cambiamenti di versante che tagliano il crinale occupato costantemente dagli alberi ormai distrutti. A fatica ma con molta calma con due ore e mezza torniamo alla macchina e con grande soddisfazione ci rendiamo conto di aver sviluppato un anello abbastanza insolito.

Da Colle di Montegallo per anello cresta Banditello (Earth)

 

 

 

 

Da Colle di Montegallo per anello cresta Banditello

 

Dati escursione:

  • Lunghezza complessiva: Km 13.7
  • Tempo di percorrenza: 6/7 ore
  • Quota partenza: Mt 1065
  • Quota Arrivo: Mt 1830
  • Grado escursione: E
  • Dislivello Salita: Mt 959
  • Dislivello Discesa Mt 980
  • Previsione meteo: Discrete alla partenza, ma in netto peggioramento fino alla cresta.

Foto

Logo PNG